Agriturismo Salento: il sito delle vacanze!
Argomenti novità

Visite guidate nel salento

Come aderire al portale agriturismo salento
Soggiornare nel Salento!
Il Meteo

JapiMeteoVolete sapere com'è il tempo da noi? Usate il nostro servizio meteo!

Oliveti e vigneti

Tags/parole chiave: vino

Oliveti e vigneti

Se l'oliveto rappresenta la principale coltivazione del nostro territorio, una particolare menzione merita la viticoltura salentina, fatta di vini forti, robusti che traggono le loro caratteristiche dal clima caldo della nostra regione e dalla relativa vicinanza del mare.Sino ad alcuni decenni fa il vino salentino era poco apprezzato; le sue qualità erano note come vino da taglio, usato per dare maggiore robustezza ai vini del nord. Grazie alla caparbietà di molti nostri conterranei, però, le cose nell'ultimo periodo sono molto migliorate.Oggi, grazie ad una maggiore cultura e ad una grande attenzione per le tradizioni, dalle nostre cantine escono vini di prima qualità, apprezzati per il loro carattere e per la loro qualità.Negli ultimi anni, in particolare, si è affermato un vitigno autoctono che fa parlare molto bene di se: il Negroamaro.Il negroamaro

Il termine dialettale che indica il vitigno è Niurumaru, vocabolo probabilmente nato dalla contrazione di due vocaboli, uno latino e l'altro greco, che significano entrambi nero: sono i termini niger (latino) e maru (greco antico). Siccome la nostra cultura altro non è che il punto di incontro tra quella greca e quella latina ecco che il vitigno dei Messapi ha un nome che li mette d'accordo entrambi!Il vitigno ben si adatta ai terreni calcarei e non ha paura del caldo sole estivo dal quale, anzi, riceve forza e vigore. L'uva ha colore violaceo scuro ed intenso, con grappoli costituiti da bellissimi e numerosi chicchi di forma prevalentemente tondeggiante.Tra i comuni più attivi nella produzione ricordiamo Matino, Alezio, Copertino, Galatina e Salice Salentino. In generale, però, la coltivazione di questo vitigno è diffusa in tutto il Salento.Vini DOC del Salento

Forse non tutti sanno che è stato proprio il Matino il primo vino a potersi fregiare della Denominazione di Origine Controllata. Chiamato Matino per la sua cittadina di origine, fu riconosciuto con decreto il 19 Maggio del 1971.Al Matino hanno fatto seguito, negli anni successivi: Salice Salentino, Squinzano  e Copertino nel 1976, Leverano nel 1979, Alezio nel 1983, Nardò nel 1987 e Galatina nel 1997. Data pubblicazione: 13/11/2007 (15:46)
Ultimo aggiornamento: 13/11/2007 (15:46)

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

gastronomia
NO cookie novità
Questo sito non utilizza COOKIE
Il menu del Post:
I pi¨ letti!
Strutture ricettive
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2010
Partita I.V.A 03471380752 - R.E.A. CCIAA Le/224124
Japigia.com: Un sito Internet ogni giorno diverso!